Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
Home Extra Testimonianze Adelisa - Rinnovamento nello Spirito della Puglia

Adelisa - Rinnovamento nello Spirito della Puglia

Sono Adelisa, una ragazza di 17 anni, ed ho ricevuto la preghiera per l'Effusione dello Spirito Santo
nel febbraio 2005.
Quest'estate ho deciso di dedicare un mese all'evangelizzazione e soprattutto a Gesù, partecipando
al progetto di evangelizzazione denominata "Estate di Fuoco" organizzata dalle Sentinelle del
Mattino di Pasqua di Firenze. Già da qualche mese prima della partenza ero insicura sulla mia
partecipazione a questo progetto e non dicevo quasi a nessuno la verità sulla mia "vacanza". Ai miei
amici dicevo che sarei andata a Firenze a trovare degli amici. Mi vergognavo di dire la verità,
cercando inconsciamente di nascondere la mia fede e spegnendo quel fuoco che un anno prima era
iniziato a bruciare nel cuore.
Arrivata a Firenze mi sentivo un'ipocrita ad essere lì, ma già durante la prima settimana il Signore
mi ha riempito di un amore ed una gioia incontenibili: la gioia di essere cristiana e la voglia di
lodarlo in ogni momento della giornata. Il mio viso era trasformato, il mio sorriso non riusciva a
contenere la mia gioia, ma soprattutto mi sentivo di nuovo bella perché ho riscoperto di essere figlia
di Re, l'unico Re che non mi farà mai sentire incapace di seguirlo. Una nuova forza cresceva
nell'anima, una forza che avevo perso con l'insicurezza e la sottovalutazione di me stessa. Nel corso
del mese, il Padre Celeste ha seminato nel mio cuore un seme di pace e di fiducia ricordandomi di
confidare in Lui: Padre, fratello, amico e Sposo d'amore. Una sera in particolare, durante
l'adorazione eucaristica, mentre guardavo il Corpo di Cristo ho sentito un tonfo al cuore: mi sono
sentita immensamente amata da Gesù ed io altrettanto ho iniziato a provare, ogni volta che si
pronunciava il Suo nome, una freschezza d'animo ma allo stesso tempo un nodo alla gola, proprio
come quando una donna si sta innamorando di un uomo. Un sentimento mai provato così forte
prima di allora e piangevo di gioia al pensiero di averlo provato per la prima volta nei confronti di
Gesù.
Così ho sentito forte nel cuore la mia appartenenza a Lui e il desiderio di compiere la Sua volontà in
me, qualunque essa sia, perché consapevole del Suo amore per me so che qualunque sarà la mia
strada sarà cosa buona perché camminerò per la Sua gloria.
Quando il mese estivo trascorso in Paradiso coccolata da Gesù è terminato, sono tornata a casa dove
giustamente dovevo e volevo raccontare a tutti quello che avevo vissuto, sperando di trasmettere ai
giovani il desiderio di scoprire Gesù come fonte di gioia e voglia di vivere nella grazia. Infatti,
appena sono tornata mi sono rivolta a tutti quegli amici a cui avevo mentito circa la mia "vacanza",
dicendo loro la verità. Non immaginate le reazioni! Mentre raccontavo loro la mia esperienza, lo
Spirito Santo suscitava nei loro cuori interesse e curiosità, in particolar modo erano incuriositi di
quello che avessi provato io. Questa reazione ha sorpreso soprattutto me e mi ha dato il coraggio di
continuare a trasmettere la mia gioia in Gesù agli altri. La prima sera che sono uscita con i miei
amici, uno di questi mi ha fatto notare come l'espressione del mio viso fosse cambiato ed io gli ho
risposto: "Il Signore ci trasforma, ci rende più forti, ci sostiene ma innanzitutto ci ama
incondizionatamente, di un amore che può cambiarti la vita se tu gli dici di sì, accettando questo
amore come pilastro della tua esistenza!"
Quindi, concludendo, ti ringrazio Padre per questo amore gioioso che mi doni e ti prego affinché,
per intercessione di Maria, tu possa infuocarmi sempre di più col tuo Spirito, rendendomi una umile
serva del tuo progetto d'amore.
Adelisa