Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
Home Daniel Ange

Daniel Ange

Padre Daniel Ange, monaco di origine belga, ha fondato la scuola di evangelizzazione “Jeunesse
Lumière” in Francia nel 1984. Dopo molti anni in Africa e poi in poi in eremo, egli sente una forte chiamata a portare il Vangelo nel mondo dei giovani poiché crede che i migliori testimoni di Dio per i giovani siano i loro coetanei.
Dunque l’urgenza di suscitare e formare dei giovani apostoli dell’Amore e della Vita, per inviarli
sulle strade della missione, con la particolarità di un’alternanza tra tempi di deserto e tempi di
missione: ritirati nella montagna per contemplare Dio, inviati poi sulle strade per incontrare
soprattutto coloro che si trovano nella “Chiesa ma fuori dalle mura”. Gesù oggi direbbe: “Andate in
cerca delle 99 perdute, soprattutto quelle più giovani”.
Jeunesse Lumière propone quindi ai giovani dai 18 ai 30 anni, provenienti da tutti i paesi, di
prendere un anno sabbatico facendo vita comunitaria, di preghiera, di formazione (teologica,
filosofica, umana, ...) e di missione (la Scuola organizza quattro periodi di missione di una o due
settimane durante l'anno).
Per saperne di più, visita il sito della Scuola di Evangelizzazione di Firenze!

 

Biografia di Daniel Ange

 

Infanzia


1932: Daniel Ange nasce a Bruxelles. Sua madre fu la prima donna pilota d’aereo di tutto il Belgio.
Suo padre era un ufficiale di marina francese.
1936- 49: Scuola elementare in Svizzera. Trascorre gli anni della guerra in Corsica e in Vandea.
Scuola secondaria in Inghilterra.
Primi impegni religiosi presso i benedettini
1950: Appena diciassettenne, Daniel Ange entra a far parte dei monaci benedettini a Clervaux in
Lussemburgo.
1952: Studia filosofia nel grande seminario di Aix-en-Provence.
1954: Svolge il servizio militare come infermiere all’ospedale di Liegi.
1955: Stage presso i piccoli fratelli di Gesù, a S. Massimino. Membro della fondazione « Vergine
dei Poveri »
1957: Fondazione di una Fraternità di vita monastica semplice, la Vergine dei Poveri, nelle Lande.
Desidera una spiritualità più francescana. Va a studiare anche presso i Domenicani a Tolosa.
1958: Partenza per il Rwanda. Apertura della Fraternità nella Cresta del Congo-Nil, poi nell’isola
del Lago Kivu. Daniel Ange diventa responsabile della fraternità. Rimane in questo paese per 12
anni e rientra profondamente segnato da questa esperienza.
Ritorno e coinvolgimento nella fraternità « Dimora del Padre»
1970: Ritorno in Europa. Teologia all’università cattolica di Friburgo. Incontro con il
Rinnovamento Carismatico e con le sue nuove comunità, appena agli inizi.
1975-81: Anni di vita eremitica, non lontano da Nizza, nel quadro della comunità « Dimora del
Padre ». Durante questi anni di solitudine, Daniel Ange è sconvolto da una generazione
completamente alla deriva e matura in lui la chiamata a raggiungere i giovani, soprattutto i più
lontani dalla Chiesa. I suoi superiori confermano l’autenticità di questa chiamata a vivere
un’alternanza tra tempi di vita monastica e tempi di missioni apostoliche, di deserto e di strada.

 

Inizio del ministero apostolico


1981: Nel febbraio 1981, Daniel Ange vive la sua prima missione vicino ai giovani, in un collegioliceo
a Megève. Seguendo l’intuizione della “bella brigata” di Santa Caterina di Siena, viene
accompagnato in questa missione da rappresentanti dei diversi stati di vita presenti nella Chiesa: un
consacrato, una coppia, un giovane adolescente… D’ora in poi, quando Daniel Ange viene chiamato
da qualche parte, cercherà sempre, ove possibile, di avere una piccola équipe intorno a lui.
1981: Daniel Ange viene ordinato sacerdote dal Cardinale Gantin, legato del Papa, al Congresso
Eucaristico internazionale di Lourdes. Fondazione della scuola Jeunesse Lumière.
1984: Durante questi primi tre anni di ministero apostolico, si convince del fatto che i migliori
apostoli dei giovani sono i giovani stessi. Ma per poterli inviare in missione, è necessario che essi
siano disponibili e adeguatamente formati. Ispirandosi ad una realtà simile al Canada, fonda perciò
nel settembre del 1984 Jeunesse Lumière, la prima scuola cattolica internazionale di preghiera e di
evangelizzazione in Europa (insieme a quella dell’Emmanuel a Paray Le Monial). La scuola è stata
riconosciuta canonicamente dall’Arcivescovo di Albi, come Associazione privata di fedeli, il 10
settembre 1994. E’ inoltre riconosciuta de facto da parte del Pontificio Consiglio per i Laici a Roma.