Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
Home Extra Come sostenerci

Come sostenerci

Le Sentinelle sono state riconosciute come ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) col nome di "Sentinelle di Pasqua ONLUS" (indirizzo email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) sede legale a Firenze 50121 Borgo Pinti 86 C.F. 94135930488.

Puoi sostenere la Scuola di Evangelizzazione e le altre attività di evangelizzazione con offerte sul

conto corrente bancario intestato a Sentinelle di Pasqua ONLUS presso BANCA BCC Banco Fiorentino agenzia Antella IBAN: IT35D0832537721000000081769. Swift  bic : ICRAITRR910

oppure sul conto corrente postale numero 78271327, intestato a Sentinelle di Pasqua ONLUS.

Le offerte danno la possibilità di ottenere delle agevolazioni fiscali.

Inoltre puoi scegliere di destinare, senza oneri, il 5 per mille del tuo reddito all'Associazione Sentinelle di Pasqua ONLUS, indicando nell'apposito spazio della dichiarazione il Codice Fiscale dell'Associazione: 94135930488. Questa scelta non è in alternativa alla destinazione dell'8 per mille. Qui puoi visualizzare la cartolina informativa (fronte - retro)

Nota sulle agevolazioni fiscali:

Per i soggetti che compiono a favore delle Onlus erogazioni gratuite (ad esempio donazioni) per un importo non superiore a 2.065,83 euro o al 2% del reddito d'impresa dichiarato, è previsto un regime fiscale di favore.

Particolarmente agevolate sono anche le erogazioni gratuite "in natura" effettuate dalle imprese, consistenti sia in cessioni di beni, sia nell'impiego di propri lavoratori, assunti a tempo indeterminato, per prestazioni di servizi erogati in favore delle Onlus. In quest'ultimo caso, ad esempio, è riconosciuta l'ulteriore deducibilità dal reddito d'impresa, in qualità di oneri di utilità sociale, delle spese sostenute, nel limite del 5 per mille dell'ammontare complessivo delle spese sostenute dall'azienda per prestazioni di lavoro dipendente, come risultano dalla dichiarazione dei redditi.

A partire dal 2005, in alternativa alle altre forme di deducibilità, è prevista la possibilità di dedurre le erogazioni liberali fino al 10% del reddito complessivo dichiarato (fino a un massimo di 70.000 euro).

Sono previste maggiori sanzioni per deduzioni indebite. Inoltre, se la deduzione è indebita perché è stata riscontrata in capo all'ente beneficiario dell'erogazione la mancanza dei requisiti solidaristici e sociali dichiarati, lo stesso ente beneficiario e i suoi amministratori sono obbligati in solido con il soggetto che ha operato la deduzione per le maggiori imposte dovute e le relative sanzioni (art. 14 del Dl 35/05 convertito in legge dalla L 80/05).

Informazioni tratte dal sito dell' Agenzia delle Entrate.